Ecco cosa succede…qualche volta, anzi molto spesso!!!!

Ci è giunto questo invito a firmare una petizione online, è a sostegno dell’Ospitale dell Rifiorenze, che rischia di sparire!

Di che si tratta:

La cooperativa sociale “Ospitale delle Rifiorenze”, che gestisce da 5 anni i locali dell’ex convento del Carmine in Piazza Piattellina 1 come ostello e unico luogo di turismo responsabile nel centro di Firenze. E’ uno spazio aperto che offre ai viaggiatori soggiorni a prezzi accessibili, percorsi volti alla scoperta dell’impegno sociale di Firenze ma anche sostegno attivo del progetto di utilità sociale “Emergenza Freddo”.

Allo stesso tempo offre ai fiorentini un luogo di aggregazione attivo, consapevole e aperto a ogni fascia di età, integrato con le altre realtà culturali di San Frediano, corsi a basso costo tenuti da personale qualificato, concerti, spettacoli teatrali, esposizioni ed eventi totalmente gratuiti e una sala attrezzata per riunioni, conferenze e workshop.

Ecco la notizia:

Il Comune di Firenze ha deciso di destinare la struttura ad altre finalità, senza però offrire alternative alla Cooperativa, che si trova per questo senza un luogo in cui poter operare.

La richiesta dei rappresentanti della Cooperativa, visto il successo dell’attività, è quella di avere uno spazio in cui poter continuare a far crescere il loro lavoro.

Io la firmo…se vi pare fate altrettanto e passatela a quanti più contatti potete!

Un pensiero su “Ecco cosa succede…qualche volta, anzi molto spesso!!!!

  1. Io ho firmato, ovvio!
    I soci della cooperativa sono persone molto in gamba che hanno davvero voglia di fare.
    Noi di Le Mat gli abbiamo conosciuti in un piccolo corso di formazione, quasi all’inizio.
    Gli stava venendo l’entusiasmo di questo mestiere bellissimo – l’albergatore!!!
    Mi ricordo di avergli detto: attenzione, state faccendo un grande avviamento di questa struttura ma non avete un contratto che vi garantisce! I contratto di affitto alberghieri in Italia sono 9+9 anni, proprio per garantire chi investe su edifici di cui non è proprietario e per evitare che rimanga con niente in mano.
    Evidentemente, come spesso accade in Italia, proprio la Pubblica Amministrazione – in questo caso il Comune di Firenze – tende a non rispettare queste tutele dei diritti degli operatori.
    E questo è grave perchè in questo modo nessun operatore potrà mai operare anche nell’interesse generale della comunità!
    Io credo che un turismo sostenibile e inclusivo è nell’interesse generale della comunità ed è questo quello che i soci della cooperativa avevano avviato.
    Che fare ora?
    Rendersi più autonomi….questo è il consiglio che sto dando da tanti anni a tante piccole imprese sociali!
    Forza l’Ospitale delle Rifiorenze e un saluto da Renate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


+ 8 = 13

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>