Viaggiando con ADACIU nella Valle del Belìce…

Una prova generale in occasione della chiusura del progetto LE TERRE CHE TREMARONO e dell’inaugurazione di Belice/Epicentro della Menoria Viva ….la neonata cooperativa ADACIU ci ha accompagnati a scoprire i paesi e le storie di una parte delle comunità della Valle del Belìce.

ADACIU – già Associazione “per la Cultura del tempo” – ora diventa cooperativa, impresa collettiva tra giovani e meno giovani intenzionati a vivere e a operare nella Valle. Ci stavano pensando da tanto tempo…basta con l’accettazione di una precarietà che non permette di fare progetti di vita, che tante volte ti porta ad andartene. Hanno studiato tante materie diverse e poi un piano d’impresa…investire il proprio tempo, le proprie capacità per costruirsi un futuro…


Il progetto LE TERRE CHE TREMARONO (cofinanziato dalla FONDAZIONE PER IL SUD) ha offerto una occasione, una opportunità ed infine – dopo un percorso di formazione imprenditoriale e un viaggio di studio in Umbria da PASSEPARTOUT- LE MAT per vedere, copiare e contaminare….ecco la cooperativa ADACIU.

Cosa propongono? Splendite passeggiate, paesaggi indimenticabili, ricche storie, arance, limoni, olio, biciclette e un luogo di accoglienza davvero speciale da Antonino Gucciardi anche lui socio della cooperativa. Un vero luogo LE MAT

Amelia, Valentina, Elena, Alessandro, Maurizio, Gioachino e Antonino vi aspettano nella loro Sicilia e non solo d’estate…Noi ci siamo stati adesso, guidati da loro e insieme a tanti altri amici della Valle ….domenica 6 marzo  una giornata di passeggiate naturalistiche a piedi, a cavallo e in bicicletta sul tratto Partanna-Castelvetrano della ferrovia dismessa Castelvetrano-San Carlo-Burgio. E’ stato bellissimo!

A presto ADACIU e buona fortuna da noi di LE MAT

GUARDATE LE FOTO

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


+ 1 = 9

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>