Un viaggio di scambio tra gli imprenditori sociali LE MAT – a Trieste

Vi ricordate IL POSTO DELLE FRAGOLE? Smultronstället è un film diretto da Ingmar Bergman nel 1957 ma è anche una cooperativa sociale, a Trieste, che dal 1979 gestisce IL BAR – RISTORANTE IL POSTO DELLE FRAGOLE all’interno del parco di San Giovanni, già manicomio! Davvero belle persone!

“Nell’ex ospedale psichiatrico di Trieste i «figli» di colui che è stato il padre della legge che ha chiuso i manicomi proseguono la sua opera. Con il lavoro Una vera e propria impresa economica, con i soci «svantaggiati… “così ci racconta Fabio Dalmasso su CRITICAMENTE…leggete!

A IL POSTO DELLE FRAGOLE succede di tutto e lo potete vedere su questo video un po’ particolare…si lavora tanto…tante manifestazioni particolari in questo parco un po’ particolare. Il 16/17 aprile – ad esempio – HORTI TERGESTINI….vale anche un viaggio…

Insomma noi, LE MAT e LA TANA LIBERA TUTTI ci siamo andati per incontrare i nostri colleghi, per discutere, migliorare scambiare…e ovviamente, abbiamo dormito nello splendido alberghetto HOTEL TRITONE in Viale Miramare

Scrive Orietta Polizzi – “ Finalmente…nonostante tutto…il sole scalda la “nostra” parte di mondo e annuncia la bella stagione, guardiamo il glicine centenario nella terrazza del nostro albergo che sta fiorendo e il suo profumo intenso riesce a coprire altri odori che il progresso poco rispettoso della natura produce. E la natura appunto, dopo un lungo inverno, pian piano muta il paesaggio e con rinnovato stupore ci rendiamo conto dell’immensa fortuna che abbiamo…lavoriamo in luoghi unici e speciali del nostro territorio: tra il mare e il Carso triestino…..”

Da albergatori/viaggiatori esperti che siamo vi assicuriamo: un paio di giorni a TRIESTE accolti al HOTEL TRITONE e a IL POSTO DELLE FRAGOLE è una cosa da fare!

All’origine l’hotel Tritone era una piccola pensione, 18 camere (senza bagni ) su due piani, gestita da 40 anni da marito e moglie. Con il contratto d’affitto in scadenza, i due avevano già deciso di andare in pensione, restituendo l’immobile alla Cassa di risparmio e facendosi riconoscere l’avviamento dell’attività. In una serie infinita di incontri e discussioni, si riesce a convincere invece i coniugi a cedere l’attività.  Ci si indebita, ma una volta subentrati si capisce che per avere le licenze necessarie l’immobile deve essere messo a norma; alle cambiali si sommano altri debiti e, come se non bastasse, quando incominciano i lavori si scopre che le strutture portanti sono fatiscenti e che l’albergo deve essere rifatto e sventrato. Panico. Il progetto cambia radicalmente.. sono mesi di trattative estenuanti e faticose, ma alla fine i lavori partono. L’esperienza della ricerca dei finanziamenti e delle alleanze, come vedremo, non sarà vana: servirà agli altri “albergatori sociali” di Le Mat che, quasi tutti, vivranno vicissitudini simili….Leggete

Abbiamo discusso molto, imparato e insegnato….Guardarsi con gli occhi degli altri, viaggiare, toccare, respirare area diversa, scambiare difficoltà e forze…..SERVE DAVVERO TANTO!

BUONA FORTUNA a IL POSTO DELLE FRAGOLE e grazie a LA TANA LIBERA TUTTI! Noi torneremo presto….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


4 + = 10

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>