LUGLIO E AGOSTO – A BAGNACAVALLO

Il 18 luglio si svolge l’ormai tradizionale festa a tappe lungo la pista ciclabile che si snoda da Bagnacavallo a Villa Prati
A SPASSO SOTTO LE STELLE a partire dalle ore 20.00.

Un percorso affastellato di punti in cui soddisfare lo spirito e ovviamente anche la pancia: degustazioni e vendita di vino, frutta e prodotti a chilometri zero, mostre fotografiche ed estemporanee di pittura, artigianato artistico e antichi mestieri, musica e animazione.
Vediamo le tappe.

Scivolando con gusto: scivolo gonfiabile per bambini e ristoro a cura del Gruppo Alpini di Bagnacavallo (via Cogollo 10);

Per le papille: degustazione di vini a cura della cantina “Le Romagnole”;

Guizzi e sprazzi: i quadri di Daniele Zaccaria; le cornici di “Adry e Mary – Passi d’Arte”;

il pesce fritto dell’associazione “Sci Scarpantibus” (casa Rondinelli civico 16/a); Guardando….gustando….ascoltando: le tele di Francesco Pilotti, le degustazioni a cura dell’associazione “L’incontro”, azienda agricola Daniele Longanesi e del Forno Rambelli, i gelati, un video sulla farina e l’apertura straordinaria del Mulino Quercioli con musica dal vivo, una mostra di pittura a cura dell’associazione Arte e Dintorni, l’Arte del Vetro di Cristal Art, una tenda delle culture a cura delle associazioni “Crac”, “Jam Salam” e “Amici del Mozambico” (Mulino Quercioli, civico 16); Lieti calici: i vini dell’Azienda Zini (casa Tazzari, civico 18); Tra frutteti e vigneti: degustazioni di vini, frutta, salumi a cura di “Intesa” e “Terremerse”, musica dal vivo del gruppo “Maya Basta”(casa Dosi, civico 22); Note d’arte: esposizione di ceramiche artistiche di Anna Tazzari; gli oggetti in ferro battuto di Bruno Contoli; musiche evergreen con concertino per due chitarre (casa Saccomandi, civico 24); Musica maestro: concerto del gruppo musicale amatoriale diretto dal prof. Roberto Bartoli con la partecipazione della violinista Nicoletta Bassetti (casa Ceccoli, civico 28); Golosità d’estate: degustazione di piadina, salumi, porchetta, arrosti e vini, a cura di fattoria didattica Testa Lara, azienda agricola Gabriele Ballardini e associazione “L’incontro”(casa Zannoni, civico 36); Pollice verde: esposizione di attrezzature da giardinaggio a cura di Matteo Mattioli (casa Mattioli, civico 40); Due ruote sicure: informazioni su come circolare sicuri in bicicletta a cura della Polizia Municipale del Presidio di Bagnacavallo (cortile chiesa Villa Prati); Coro di sapori e musica: menù di piatti tipici (cena a partire dalle ore 19.00) a cura dell’associazione “Amici del presepe” e della parrocchia di Villa Prati; musica con il gruppo musicale “Musical box”; apertura straordinaria del Mercatino “d’sà Jusëf”(di San Giuseppe); visita guidata con orientamento delle nostre stelle a cura del prof. Roberto Ercolani (area parrocchiale, civico 71).

La cooperativa sociale Il Mulino organizza un servizio navetta gratuito ore 20.00 – 23.00 con partenza dal parcheggio di Largo De Gasperi a Bagnacavallo (di fronte all’Agrozoo) e arrivo in piazza a Villa Prati con soste nei principali punti lungo il Canale Naviglio. Lungo il percorso a tappe saranno allestiti punti offerta libera per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto in Emilia.
Veniamo al BAGNACAVALLO FESTIVAL che si svolge in agosto cominciando da mercoledì 7 agosto, ore 21 in piazzetta del Carmine con lo spettacolo di burattini tradizionali della Compagnia I burattini di Christian Waldo intitolato Fagiolino fa la barba ai morti, adatto ai grandi e ai piccini a partire a partire da 4 anni (in caso di maltempo: porticati del teatro comunale, piazza della Libertà).
Si passa poi alla musica “adulta”, giovedì 1° agosto alle ore 21.30 in piazza della Libertà con il complesso jazz di Germano Bonaveri in MusicaLibera, per voce, basso, chitarra e batteria, e un repertorio di autori italiani e internazionali di tutto rispetto: Guccini, Fossati, De André, Springsteen, Vian, Gaber e tanti altri. Un concerto in cui l’unico compenso agli artisti è il contributo economico libero che il pubblico vorrà dare in base al gradimento. (in caso di maltempo: porticati del chiostro dell’ex convento di San Francesco, via Cadorna 10).
Giovedì 22 agosto, ore 21.30 nel cortile di casa Minguzzi in via Matteotti 28 si passa alla musica colta con un concerto di musica classica per pianoforte, violino e clavicembalo su musiche di Corelli, Bach, Boccherini, Sarti, Paganini. (in caso di maltempo: atrio di casa Minguzzi, via Matteotti 28).
Martedì 27 agosto in Piazza della Libertà è la volta di “Lavorare Stanca - Dalla terra alla fabbrica. Canti di lavoro e di emigrazione” per voce, chitarra, mandolino, fisarmonica e violino. Un percorso tra canzoni popolari o meglio “cante” e brani d’autore che hanno per argomento la fatica del lavoro maschile nei campi e femminile nelle risaie, la fame, le malattie e il trauma dell’emigrazione. I testi, spesso in dialetto, sono schietti o di maniera. Esprimono gioia e una sorta di dolente senso della vita contadina e operaia. Le cante dei braccianti sono lente e faticose, come l’incedere fra i filari e i solchi dei campi e il ritmo delle carriole; sono sempre canti che esprimono una condizione sociale, dunque corali, intrisi del valore epico attribuito al lavoro. Chi non conosce Maremma amara, Bella ciao, Gli scariolanti? … senza dimenticare Jannacci. (in caso di maltempo: porticati del chiostro dell’ex convento di San Francesco, via Cadorna 10).
Da ultimo ma non ultimo, giovedì 29 agosto alle ore 21.30 nel chiostro dell’ex convento di San Francesco, (via Cadorna 10) ci saranno le FemmeFolk in concerto. FemmeFolk è un gruppo in cui la creatività femminile si esprime attraverso la libertà del folk. Nasce dall’incontro di quattro donne con storie, gusti e formazioni diverse che hanno in comune il desiderio di divertirsi e reinventarsi attraverso la musica. Si tratta Donatella Antonellini all’organetto diatonico, chitarra, voce, castagnette, Caterina Sangiorgi al flauto traverso e voce, Nicoletta Bassetti alla viola e al violino e Valeria Cino al contrabbasso, con un repertorio ispirato prevalentemente alla musica popolare francese, ma in cui la musica classica da camera, il jazz o il rock entrano con incursioni piacevoli e inaspettate scoprendo come la musica in realtà possa essere un magico tappeto su cui adagiare la propria emotività.
Per l’occasione dalle ore 19.30 la Brasseria del Convento propone cucina estiva romagnola accompagnata da birra trappista. (in caso di maltempo: porticati del chiostro).
Per ripagare questa offerta generosa, che soddisfa grandi e piccini, ugole orecchie e palati, la cosa migliore è … partecipare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


8 + 9 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>