Parco Santa Margherita

Testo: Graziano Galletti

Foto storiche da Archivio della Provincia di Perugia, Centro Multimediale di Informazione e Ricerca, collezione dell’ex Manicomio Provinciale di S. Margherita, non inventariato.

Oggi 23 marzo visita al parco S. Margherita, un polmone verde a ridosso della citta’ est ( Perugia). Il parco, di proprietà provinciale,  è aperto a tutti e gli edifici presenti sono adibiti a istituti scolastici come il liceo scientifico,  l’istituto tecnico per geometri e l’università per stranieri, nonchè ambulatori USL. Il parco copre un’area di 40 ettari ed è percorso da strade interne che collegano i vari edifici.  Percorrendo queste strade si hanno punti di vista verso il monte Subasio ed Assisi, di grande effetto. Il parco è utilizzato per molteplici attività, oltre a quelle istituzionali, come  gli orti dei pensionati, dove gli assegnatari passano il loro tempo coltivando zucchine ed insalate. Per accedere alla zona degli orti si passa di fianco ad una costruzione, una volta adibita a casa colonica. Nella visita al parco ci siamo fermati in questo posto ed abbiamo trovato ad attenderci delle persone che ci hanno offerto caffè, bibite e dolcetti. Alcuni di loro ci hanno raccontato che lì passano le loro giornate in attività utili.

                                                                                                                                                                                                                                       Non mi è stato chiaro lo svolgersi di queste attività, nè perchè queste persone sono lì, intuisco che in quel posto danno uno scopo alla loro vita. Abbiamo parlato senza chiedere troppo o scendere in particolari, ci siamo salutati con calore, andandocene con qualche interrogativo nella mente. Procedendo oltre l’edificio si incontra una specie di anfiteatro circolare a gradoni, dove molti si recano per altre attività o per semplice contemplazione. Nel passato autunno noi frequentatori del corso di pittura dell’UNITRE ci siamo riuniti in questo luogo e armati di cavalletti, tele e colori abbiamo cercato dall’ambiente, ispirazione per i nostri quadri.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


2 + = 8

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>