* You are viewing Posts Tagged ‘Ahead Project’

Ultima … ma non ultima avventura con AHEAD Project!

Come abbiamo concluso Ahead…oggi!

Da un pò di tempo…Viaggiatori Sociali è diventato anche il blog dei nostri storyteller digitali formati con il progetto Ahead…e con molto piacere e orgoglio vi facciamo leggere le loro storie e vedere i loro videos!

Ecco il lavoro di Ombretta oggi…

Ombretta Ortica’s Video Greeting by Slidely Mobile

Una passeggiata della memoria…

IN MEMORIA DI ROBERT EINSTEIN CUGINO  DI ALBERT

di GRAZIANO GALLETTI

Il racconto di Sonia Sorci, riguardante l’ufficiale tedesco buono della Wermach, che si è immolato perché non condivideva la ferocia del suo esercito, mi ha fatto ricordare  che, durante una passeggiata sul vialone del Colle della Trinità (PG), mi sono imbattuto tempo indietro, in un cippo che sorreggeva una targa commemorativa  alla memoria di Robert Einstein, cugino per parte paterna del più celebre  Albert.

La cosa mi aveva  incuriosito in quanto … Leggi Tutto…

Tradizione che vive e lavora al Molino Trampolini di Perugia

Il frantoio Trampolini non potrebbe stare in una qualunque zona industriale con autocisterne, silos,  tubature, bancali di prodotti confezionati.

Invece lo trovi ancora li dove è nato e cresciuto secoli fa,ed è ancora punto di riferimento della zona e non solo,adesso è conosciuto in tutto il mondo grazie a internet! Forse gli è cresciuta la città intorno, il mondo si è trasformato con nuove tecniche, nuovi modi di produrre, vendere e promuovere il prodotto e gli sforzi del passato sono diventati risorsa. Al molino Trampolini hanno realizzato l’ideale della creazione di valore, … Leggi Tutto…

SENTIERO LUNGO IL TEVERE DA PONTE VALLECEPPI A PONTE FELCINO

4 maggio 2015 – di Graziano Galletti. Foto storiche da Archivio della Memoria Condivisa Comune di Perugia.

I viaggiatori sociali del gruppo di pilotaggio Ahead PG3 di Perugia sono usciti dai borghi della città di Perugia per immergersi nella natura agreste della piana del Tevere. Questo fiume che ha segnato la storia delle nostre civiltà più antiche come gli Umbri, gli Etruschi ed i Romani,  attraversa l’Umbria come una spina dorsale.

Dopo essere disceso tumultuoso dalle falde appenniniche del monte Falterona, scorre pigro e sinuoso nella nostra pianura dando vita ad … Leggi Tutto…

Borgo Sant’Antonio a Perugia

Una passeggiata per il borgo S. Antonio assieme agli amici del progetto Ahead ci fa conoscere luoghi e storie sconosciute agli estranei al borgo.

Il luogo prende nome da una delle porte murali di Perugia, (facente parte nel 1373 della fortezza del Monmaggiore, poi distrutta nel 1376 dai perugini) e si sviluppa per tutto Corso Bersaglieri, fino a porta Pesa (o porta Tei).

 

La strada prende nome dall’ingresso dei bersaglieri che entrando da porta S.Antonio liberarono Perugia dal dominio papalino,  in data … Leggi Tutto…

Fiorivano le viole nel laboratorio di Francesco e Fabrizio

La visita al laboratorio fotografico di Francesco e Fabrizio in via dei Cartolari a Perugia ha suscitato interesse e meraviglia nel gruppo di viaggiatori del progetto Ahead che si incontrano al Post di Perugia. I due giovani fotografi ci hanno introdotto nel mondo della fotografia. Nel mondo attuale, fotografare ci appare molto semplice, pigiamo un tasto ed appare l’immagine, ma dietro a questo gesto c’è tanta tecnologia che ci appare incomprensibile. Neanche ci proviamo a capire come si forma l’immagine nei nostri tablet o smartphon, un insieme di circuiti schede elettroniche … Leggi Tutto…

Visita alla casa-famiglia nel parco S.Margherita

Testo: Rita Tili

Foto storiche da Archivio della Provincia di Perugia, Centro Multimediale di Informazione e Ricerca, collezione dell’ex Manicomio Provinciale di S. Margherita, non inventariato.

E’ una bella giornata di sole ed entriamo nel parco passando davanti alla casina rossa, un tempo sede del custode e porta d’ingresso dell’ospedale psichiatrico o manicomio come comunemente veniva chiamato a Perugia.

Ho percorso per tanti anni questa strada, ho avuto la fortuna di lavorare nel parco presso il Centro Infanzia “Il Tiglio”, una scuola per … Leggi Tutto…

Parco Santa Margherita

Testo: Graziano Galletti

Foto storiche da Archivio della Provincia di Perugia, Centro Multimediale di Informazione e Ricerca, collezione dell’ex Manicomio Provinciale di S. Margherita, non inventariato.

Oggi 23 marzo visita al parco S. Margherita, un polmone verde a ridosso della citta’ est ( Perugia). Il parco, di proprietà provinciale,  è aperto a tutti e gli edifici presenti sono adibiti a istituti scolastici come il liceo scientifico,  l’istituto tecnico per geometri e l’università per stranieri, nonchè ambulatori USL. Il parco copre un’area di 40 ettari ed … Leggi Tutto…

Una giornata speciale

 

          Non conoscevo l’ esistenza di un bosco così ricco di storia a Collestrada…..Pensavo fosse soltanto un luogo di appuntamenti per coppie di innamorati..(ma anche questa e’ storia!! )
           E’ così interessante conoscere e riscoprire  la nostra storia quella piu vicina a noi, geograficamente parlando!
In questo modo possiamo capire piu i nostri tempi…… e il perche’ di certi comportamenti sociali nelle diverse epoche storiche.

           Allora mi piace pensare che Sonia e Antonio, le nostre guide,(coaches) sono folletti Forabosco che
 nel giorno 10 del mese terzo dell’anno domini 2015, ci … Leggi Tutto…

Tempi moderni

La signora Rosetta, quando era andata in pensione, si era regalata uno di quegli aggeggi diabolici che tanto vanno per la maggiore tra giovani e meno giovani, un Tablet, tanto per stare al passo con la modernità.

Arrivò con il corriere perché acquistato via internet con carta di credito, bianco candido con tanto di custodia e penna, ma senza manuale di istruzione “perché tanto è intuitivo” disse sua figlia, “per chi?” pensò la signora rosetta. Infatti per lei l’intuizione non funzionava e guardava piena d’invidia e sconsolata i ragazzini che a testa … Leggi Tutto…

Storie dal cassetto della memoria…

…una storia collettiva scritta ed elaborata a più mani dai partecipanti al corso Ahead Perugia Biblionet.

Le immagini storiche in bianco-nero sono concesse in uso dall’Archivio della Memoria Condivisa del Comune di Perugia, i prestatori delle foto originali sono i sg.ri Cambiotti ( che tra l’altro partecipa al progetto Ahead e che ha animato la passeggiata fotografica con le sue dirette testimonianze), Taticchi, Mingozzi, e l’ISUC Istituto Umbro di Storia Contemporanea. Archivio Giorgetti e Oziosi.

Il giorno 24 marzo noi del corso Ahead, con i nostri coaches, siamo usciti a Ponte San Giovanni … Leggi Tutto…

ERITREA, PONTE DELLA PIETRA E…DARWIN.

Ricordare qualcosa di importante…

Il ricordo non può che andare a mia zia Emma, nel primo dopo guerra.

Zia Emma era la postina di Ponte della Pietra, quando era un piccolo  paesino di 64 famiglie su di un’ estensione notevolissima: dal cimitero di Pila al cimitero di Ponte della Pietra e dal monte Vesticciano, o Vestirciano, sino a San Sisto.

Il suo ufficio, poco più di un metro per due, era un angolo ricavato nella  bottega da fabbro  di mio nonno, con una buchetta nel frontespizio di forse 50 per 50 cm per il “pubblico”.

Io non ho visto mai nessuno.

Bottega da fabbro di … Leggi Tutto…

QUANDO CI SIAMO TRASFERITI IN CITTA’ ……gennaio 1954

Gennaio 1954…

Abito a Capocavallo,

un piccolo paese vicino Perugia, nella parte alta:

un campanile, una chiesa, la mia casa e poche altre.

 

 

Bisogna trasferirci a Perugia, la grande città…dove lavora mio padre.

Il camion di Pezzetta, che normalmente trasporta legna, ci deve portare alla nuova casa insieme alle nostre cose.

 

Io sono davanti seduta in braccio alla mamma, ho con me la gabbietta con il mio canarino. Uno o due canarini li avremo sempre in casa per tanti anni.

Leggi Tutto…

Bosco Suggestivo

Nel “mezzo” del cammin della mia  vita, assieme a una dozzina d’altri, mi ritrovai nel bosco di Collestrada, e con queste foto, volli immortalar la storia assai intrigante e che tanto mi rapprese, d’imperatori, santi e cavalieri, guerrieri dittatori e soldati liberatori.                                                                                                   … Leggi Tutto…

Il Bosco di Collestrada, storie e avventure.

L’appuntamento è al parcheggio del cimitero di Collestrada, e già, si trova proprio vicino al canile. Qui è stato portato il mio pastore maremmano, dopo che è scappato. Ricordo ancora le peripezie, con un amico di Federica (mia figlia), per riportarlo a casa in macchina. Purtroppo “Pancho” ci ha lasciato…, per sempre, e così me lo voglio immaginare, che esplora felice questo bosco.

Pensare che identifico Collestrada con il Centro Commerciale, eppure sono nata a Perugia, ma non ho mai avuto occasione di capitarci, in questa zona. Sono già tutti arrivati. Aspettiamo … Leggi Tutto…

Uccellini canterini

 

Quando sono arrivato in Italia nel 1974, dovevo regolarmente chiamare il mio fratello in Inghilterra, e ciò la sera dopo che lui era tornato dal lavoro.

Il telefono pubblico più vicino si trovava alla fattoria dei vicini. Allora si doveva chiamare l’operatore e prenotare la chiamata dandogli il proprio numero e il numero che si voleva chiamare. Poi si doveva aspettare la richiamata dell’operatore. Qualche volta per questa procedura ci voleva più di un’ora e mezza

Dopo la mia terza chiamata, la famiglia insisteva … Leggi Tutto…

“Macchia de Colle” crocevia di storie e di avventure

Si narra che il bosco di Collestrada e i suoi abitanti abbiano visto camminare per i suoi sentieri briganti, santi e imperatori ed oggi anche noi alla ricerca  di indizi e testimonianze che ci faranno sentire per un po’ parte della storia stessa.                          Ho creduto opportuno di lasciare il compito difficile di raccontare le gesta di questi personaggi ai miei compagni di avventura certamente più bravi e precisi di me.               … Leggi Tutto…

La macchia di “Colle”

 

Da sempre ho sentito parlare, ad esempio anche da mio padre, della macchia di colle  come una zona per andare in cerca di funghi e asparagi, credo lui stesso ci fosse andato a volte in compagnia di amici,  mentre io non avevo mai messo piede all’interno del bosco.

Con il gruppo del corso Ahead martedì 10 marzo abbiamo fatto una piccola escursione che mi ha permesso di scoprire quanto questo bosco sia ricco di storia. All’interno dell’area ci sono diversi … Leggi Tutto…

Storie per ricordare – la strage di Falzano

Vivendo nella montagna Cortonese, non si può fare a meno di sentire delle storie brutte sull’ occupazione nazista della zona e sui atti di guerriglia di diversi gruppi di partigiani. Abbiamo anche sentito che la nostra casa, per un certo periodo di tempo, fu la sede principale dei militari tedeschi. La casa è situata a pochi metri della provinciale Cortona – Città di Castello, asse importante per il transito dei tedeschi. Nella nostra montagna si sono svolti tanti scontri tra partigiani e tedeschi, con morti, feriti, auto e ponti … Leggi Tutto…

Bosco di Collestrada crocevia di storia e avventure

Per la prima volta in vita mia sono entrato nella macchia di Collestrada.

Non potete immaginare quanto piacere ho provato nel sentire il rumore delle foglie di quercia che calpestavamo, il profumo della piante e di aver arricchito la storia di Collestrada che conoscevo solo in parte.

 

 

Ho visto tante specie floristiche: dalla quercia, al cerro, al leccio, il ginepro, il biancospino … e nel sottobosco l ‘asparagina, il pungitopo ecc.

 

 

All’interno troviamo tanti sentieri”lo stradone”,”la strada … Leggi Tutto…

Ricordi di un bambino di 5 anni

Sembra strano che un lontano ricordo di un bambino di 5 anni sia rimasto nella sua mente fino a tarda età, ma certe cose accadono, mentre il ricordo di altri avvenimenti, anche più vicini e più eclatanti, svaniscono.

Sono nato nel 1939, il 19 agosto,   i primi ricordi,  intorno ai 5 anni,  sono legati  agli avvenimenti di un giorno funesto,  per la comunità del mio paese:  “Pratantico” una frazione alla periferia di Arezzo ad appena 3 km.  dalla città. La data il 19 marzo 1944.

Il paese è  costituito da un gruppo di case disposte lungo la strada statale n° 69 che … Leggi Tutto…

Nel covo dell’insurrezione

Oggi mi trovo in Cilento per necessità di lavoro, sto seguendo per Le Mat il terzo meeting internazionale del progetto Ahead, un progetto di storytelling di viaggio che vede coinvolta la speciale tribù dei viaggiatori “seniors” come ci siamo abituati a chiamarli fra i partners di progetto…un lavoro molto interessante e creativo.

Trascorrendo qui questo tempo sempre insufficiente per conoscere bene un luogo, sono riuscita ugualmente a rimanere ispirata da una storia che ci ha raccontato Angela Riccio, nostra mentore in questi giorni in Cilento, e che questa mattina all’alba ho provato a ricercare nel paesaggio di Torchiara. … Leggi Tutto…

View Le-Mat's profile on slideshare
  • RSS
  • Newsletter
  • Facebook
  • Picasa
  • Flickr
  • YouTube