Un sistema di accoglienza turistica con finalità sociali – di MASSIMO CINI

E’ quello messo in piedi dalla Cooperativa il Nodo di FOLLONICA e la cui presentazione è avvenuta venerdi scorso alla spiaggia Tangram, spiaggia ad accessibilità universale gestita proprio dal Nodo.

Alla presenza di un numeroso pubblico e del Sindaco Baldi, Massimo Iacci, presidente della Cooperativa ha illustrato il lavoro del Nodo nel settore dell’accoglienza turistica: dal Tangram, all’accoglienza disabili alla stazione, dalla gestione parcheggi e noleggio bici, fino all’organizzazione di escursioni e visite guidate.

Il settore turistico non permette improvvisazioni e la Cooperativa si è dotata degli strumenti utili per valorizzare e professionalizzare il proprio lavoro grazie all’affiliazione al consorzio LeMat, una rete di imprenditori sociali che desidera il turismo come apertura all’incontro con l’altro, ed il viaggio come scoperta delle mille e una storia di cui si compongono i territori e le mille storie e culture di cui è portatore il viaggiatore.
Di tutto questo ha parlato Renate Goergen responsabile del marchio Lemat donando al Sindaco di Follonica Baldi l’agenda del viaggiatore, strumento tra il reale ed il metaforico dove raccogliere storie, storie, suoni, odori ed esperienze facendo del turismo un mezzo utile a presevare il grande patrimonio culturale e sociale che ogni territorio possiede e che sempre più spesso è minacciato da una società omologante fatta solo di fast food e bibite gassate.


Proprio per questo Il Nodo ha creato al proprio interno un gruppo di lavoro, Ecometettoilmondo, che sta operando sul territorio per mettere in contatto e costruire una rete di piccole ma interessanti realtà in grado di rispondere alla richiesta turistica di chiunque, anche dei più strani come recita proprio il Manifesto LeMat.

Un viaggio in maremma con Ecometettoilmondo

Ho passato un weekend con Massimo, Fabiola, Monica, Barbara, Massimo…e altri amici di Ecometettoilmondo di Follonica. Sono andata per una giornata di lavoro sull’affiliazione Le Mat e abbiamo approfittato per sperimentare un viaggio vero … con i miei bambini. Abbiamo passato tre giorni nella zona compresa fra Follonica e Campiglia Marittima in Val di Cornia.

“Il giorno più bello della vacanza è stato quando ho potuto conoscere i figli di Massimo. I loro nomi sono Lorenzo che ha 11 anni, Anna 5, Chiara 13, Matteo 15. Mi è piaciuto andare sopra gli asini e mentre ero in passeggiata ha mangiato gli asparagi.

Dopo Gilda, un’asina, ha pistato una bottiglia di plastica a terra che ha fatto rumore, io che ero sopra di lei ho urlato…si è spaventata anche l’asina di Olivia!” Così scrive Giosuè ( 8 anni) nel diario dei viaggi di Le Mat.

Mi è servito un pò per conoscere meglio le persone, i luoghi, poter dare qualche consiglio, avere la possibilità di ringraziare chi mi ha accolto! Grazie!

Ho visto finalmente la mitica spiaggia attrezzata Tangram…fuori stagione…in una giornata ventosa di sole in cui si poteva comunque giocare con la sabbia e correre in riva al mare.

Tutto vuoto ancora ma Fabiola mi ha raccontato dove si stendono le pedane per l’accesso delle carrozzine, dove si posiziona la tavola braille, e poi tutto quanto accade: le serate, le attività, i libri, la canoa, il bar…gli incontri.

Alla spiaggia ci siamo andati in bicicletta, si possono noleggiare accanto alla stazione ferroviaria. Si attraversa il borghetto antico di Follonica e ci si trova subito su una bella ciclabile fiancheggiata da pinete. In poco più di 3 chilometri si raggiunge un podere dove l’associazione Asiniamo fa fare ai bambini una bella esperienza di avvicinamento agli asini. Vicino una riserva umida popolata da tante specie …ricordo le garzette, il tritone, la vacca maremmana.

Abbiamo dormito in aperta campagna al Barattolo, una casa colonica con delle camere perfette per una famiglia numerosa come la mia!

Un bel soggiorno che sembra di stare a casa, la cucina per fare la colazione, il prato per giocare, i gatti, il forno, l’aia. Susanna e Fabio son dei perfetti padroni di casa, presenti attenti ma non invadenti.

Tutt’attorno si coltivano carciofi e baccelli e meloni.

Il sabato abbiamo visitato il canile comunale gestito dalla cooperativa Il Nodo. Abbiamo portato a spasso Leo, Senna e Giotto. Ci hanno spiegato anche come funziona un canile, e raccontato qualche storia…un pò triste…di cani abbandonati. Al canile ho visto chi si prende cura di loro: sono fantastici! I bambini erano entusiasti.

Quando Ecomettettoilmondo ti propone un viaggio ..pensa anche al piano b se piove! Sono proprio bravi!

La domenica alla scoperta dell’area dei Parchi di Val di Cornia.  Iniziamo con Campiglia Marittima che ci riserva delle sorprese: una finestra sul medioevo..incredibile! Dalla Rocca di Campiglia si scorge in lontananza un’altra Rocca: è quella di San Silvestro, lì vogliamo andare al centro del parco archeologico-minerario.

Era il primo maggio…e voi non potete immaginare i brividi che ho provato nel ripercorrere questo viaggio nel cuore della terra. Lo sfruttamento  minerario di questo territorio, ricco di giacimenti di rame, piombo e argento si è protratto dagli etruschi fino al 1976. Durante tutto il tempo della visita alle miniere …non potevo far a meno di pensare alle tante generazioni di minatori che hanno faticato per tutta la vita e alcuni, tanti, l’hanno perso la vita per il loro lavoro!

8 ore di lavoro in 2 persone, per avanzare nello scavo di 1 metro di galleria, estrarre una tonnellata di roccie da cui si possono ricavare 15 gr di rame! Ho meditato tanto…

Quando usciamo con il treno dalla galleria di carreggio alla Stazione Villa Lanzi…in un piazzale lì accanto la gente festeggia il primo maggio. Banchetti, musica, informazione…negli stessi luoghi dove fino al 1976 si sviluppava il lavoro e la vita dei minatori. Il luogo è pregno di storie, di storie di uomini. Non lo dimenticherò veramente questo viaggio! Qui rincontriamo, senza esserci dati appuntamento, Monica e Massimo …non sarà un caso!!!!

Maremma: due amiche venute da lontano

Se pur in ritardo vogliamo anche noi commentare una giornata di importante confronto pur essendo da poco in Le Mat ma da molto viaggiatori sociali.
E’ stato consolante conoscere un’altra realtà con cui condividere il modo di vedere il viaggio e l’accoglienza, quella vera , quella con la A maiuscola. Poter cominciare poi a lavorare con i consigli di chi ha già affrontato momenti di scoraggiamento ed ha continuato con caparbietà e soprattutto passione ad andare avanti, è davvero di grande stimolo. Nostri complici la pioggia, il luogo incantevole … e così l’intimità si è creata rapidamente tra noi, persone provenienti da tre realtà più o meno diverse. In questo clima abbiamo lasciato le due nostre graditissime ospiti che prima ancora hanno passato una giornata con noi ed il resto della Cooperativa Il Nodo visitando le sedi dei vari progetti e servizi della cooperativa: La spiaggia attrezzata “Tangram”, il “treno- bici- treno” ed un progetto in via di costruzione come quello dell’ “ostello di Gerfalco”. Passando dal calmo mare ottobrino all’allegramente chiassosa mensa della cooperativa, abbiamo goduto degli sguardi interessati e piacevolmente stupiti di Eva e Rebekka mano a mano che gli stereotipi si andavano abbattendo. Che dire.. di sicuro Grazie, ad Eva Rebekka, Renate, Saverio, Sonia, Antonio,Marianna, Magdalena, Francesco ed alla Tanaliberatutti.
Un caro saluto ed un arrivederci a presto da Massimo, Monica, Fabiola, Aristides, Barbara e Le Cooperative Sociali Il Nodo e Tangram.

Swedish Travelers in Tuscia with the Social Co-operative ALICE

Today Rebekka and Eva will go home to Sweden after 6 days traveling with Le Mat – in Tuscany’s Maremma of Follonica with cooperative IL NODO,

in Umbria with Passepartout

and finally in Lazio’s Maremma with ALICE!

Yesterday it was a beautiful day…sunny and windy and ALICE’S FARMHOUSE was wonderful – specially as always in Le Mat the people working! It is very near to Rome…I took the train…only 5 Euro to TARQUINIA and I came home with real biological vegetables!!!!! Francesco took us around and we had a marvellous lunch! I think it’s a real LE MAT PLACE!!!! Look also here!